Si è concluso il progetto “Memory Safe” che ha coinvolto 1857 studenti. Il prossimo 28 aprile saranno presentati i lavori multimediali per insegnare a tutti gli alunni il valore della sicurezza.

1857 studenti, dall’infanzia alle superiori, hanno lavorato in questo anno scolastico sulla sicurezza. Un progetto , denominato “Safe School 2.0″, finanziato dal Ministero del Lavoro all’interno del concorso per la diffusione della cultura della sicurezza nelle scuole.

Le scuole in rete, l’Ite Tosi di Busto, l’Is Falcone di Gallarate, l’Isis Valceresio di Bisulchi, lI.C. Cardano Padre Lega di Gallarate si sono inventate un progetto , il “Memory Safe” che punta all’acquisizione della cultura della sicurezza sin dai primi anni del percorso scolastico.

Sono stati ideati e realizzati cinque moduli digitali per parlare di salute e sicurezza con diversi strumenti a seconda delle fasce di età: dalle immagini e racconti per i più piccolissimi ai quiz e cruciverba interattivi per i ragazzi delle superiori.

Un cammino che ha visto, inoltre,lavorare insieme i ragazzi delle diverse scuole, ognuno con la propria competenza e formazione. Gli alunni dell’Isis Valceresio hanno proposto storie e giochi che hanno poi messo in pratica con i bimbi della primaria e dell’infanzia di Gallarate. I ragazzi del Falcone hanno curato la parte grafica mentre quelli dell’alberghiero hanno costruito un percorso nel campo della sicurezza alimentare.

Tutti i lavori sono quindi stati testati e i risultati sono stati più che incoraggianti: ben il 70% dei ragazzi ha superato i test.

Un progetto che ha unito diverse competenze ( pedagogiche, informatiche, linguistiche) in un approccio di “cooperative learning” e “blended learning” che ha positivamente impressionato i responsabili di Inail e ATS ( ex Asl) da anni impegnati nella promozione della cultura della sicurezza all’interno degli ambienti scolastici.

Tutto il lavoro, soprattutto quello relativo alla fascia della scuola primaria dove la disponibilità di materiali è davvero esigua, verrà presentato il prossimo 28 aprile, nel corso di un convegno che verrà ospitato all’Ite Tosi di Busto Arsizio.
Da quel giorno, tutti i materiali saranno caricati on line e saranno scaricabili gratuitamente per estendere ovunque la cultura della sicurezza

 

VARESENEWS

Lascia il tuo contributo con un click